Pisanu il Moralizzatore capisce tutto, ma con sedici comodi anni di ritardo

Posted on 13 ottobre 2010

10


Quando tutto questo finirà, quando Berlusconi non sarà più la figura dominante della scena politica nazionale, quando si capirà chiaramente quali enormi danni ha provocato alla società italiana nel suo complesso, quando dunque tutto sarà finito (e noi ci auguriamo al più presto), ebbene allora forse qualcuno si alzerà e chiederà a signori come Fini e Pisanu perché solo adesso nel 2010 hanno iniziato a dire e a capire quello che molti avevano visto e capito già dal lontano 1994.
Ieri, ad esempio, il presidente della Commissione Antimafia  Pisanu si è accorto che “nelle liste elettorali c’è gente indegna”, “persone che non sono degne di rappresentare nessuno”, perché le liste sono state compilate “con eccessiva disinvoltura”. Secondo il finiano Granata,”nel denunciare l’inaccettabile e indegno livello di infiltrazione di gente indegna nei consigli regionali e comunali, Pisanu ha dato un segnale fortissimo alla politica nazionale”. Fortissimo certo, ma con enorme, colpevole e complice ritardo. E in ogni caso omissivo, perché  se è vero che sono “troppi gli inquisiti indagati” e candidati alle amministrative, c’è da aggiungere, con il dovuto garbo, che il politico inquisito per eccellenza in Italia è quello a cui gente come Pisanu e Fini hanno dato per lunghissimi anni il loro appoggio pressoché incondizionato per governare l’Italia.
Detto questo, meglio tardi che mai. Ma del lungo decennio segnato dalla insopportabile disonestà intellettuale dei moralizzatori a tempo scaduto, chi ci ripagherà?

Annunci
Posted in: Politica