Domande poco serie in attesa di risposta: perché i politici di centrosinistra non vanno al Sant’Elia?

Posted on 1 novembre 2010

12


Ieri sono stato allo stadio (forza Cagliari, ovviamente). Non è una notizia, visto che vado al Sant’Elia da più di trent’anni. La notizia è che, facendo uno strappo alla regola, ho lasciato la mia consueta postazione da abbonato della curva Nord e son finito, ospite di un amico, nel settore poltroncine.

A parte lo stupore per essere passato dritto al tornello senza essere perquisito e per la comodità delle poltroncine (che sono quelle gialle, forse installate anche prima dei Mondiali del 1990), mi ha colpito molto, all’intervallo, osservare gli avventori del “Caffè della Tribuna”. E’ un bar allestito dietro la tribuna vip a cui però hanno accesso tutti gli spettatori delle poltroncine.

Ebbene, ieri al Sant’Elia ho visto, insieme a tanti tifosi normali, solo politici di centrodestra. C’era il sindaco di Cagliari Floris con almeno un paio di assessori (Campus e Onorato), c’era il capogruppo in Consiglio comunale di Forza Italia Ugo Storelli, c’era l’assessore regionale La Spisa, c’era il senatore Massidda (Delogu non lo conto neanche perché è da sempre un uomo di sport).

Il bar era ovviamente un luogo di incontro tra l’eletto e l’elettore (infatti Massidda era in gran forma) e le persone si avvicinavano e parlavano con gli eletti.

Ma non è che sono capitato in una domenica sbagliata? Chiedo al collega N.: “Ma tu al Sant’Elia ne hai mai visto politici di centrosinistra?”. “Mmm, direi di no”.

Veniamo al dunque: perché a Cagliari gli esponenti del centrosinistra non frequentano i luoghi dello sport? Che resista quell’antico pregiudizio che vuole lo sport in antitesi con la politica? Ricordo i racconti di “compagni” non più giovanissimi che negli anni del grande Cagliari dovevano andare all’Amsicora in incognito e che avevano subito dei veri “processi” da parte del partito per aver ceduto al fascino sportivo di Gigi Riva. Che nel dna del centrosinistra resti qualcosa di questo antico pregiudizio?

Lo sport è aggregazione e allo stadio (o al palazzetto) il politico si avvicina comunque all’elettorato. Che qualcuno nel centrosinistra abbia la puzza sotto il naso? Se venissero in curva penso che capirebbero molte cose. Ma io manco in curva li ho mai visti. E voi? Fatemi sapere.

Annunci