Comunali a Cagliari: appello di sette intellettuali del centrosinistra, “Serve un progetto condiviso, no alle divisioni”

Posted on 10 gennaio 2011

19


Sette intellettuali che si riconoscono nelle posizioni del centrosinistra (lo scrittore Giulio Angioni, i docenti universitari Gianfranco Bottazzi, Maria Del Zompo, Gianni Loy, Francesco Pigliaru, Marco Pitzalis, e don Ettore Cannavera) hanno diffuso questa lettera-appello sulle primarie del centrosinistra a Cagliari. La lettera (condivisibile) dimostra essenzialmente una cosa: che dopo oltre quindici anni di opposizione in città, il centrosinistra non ha ancora un programma né uno straccio di idea su cosa fare nel caso in cui dovesse vincere le elezioni. Ecco la lettera.

***

Le Primarie possono costituire una grande opportunità per la città di Cagliari, un’ottima opportunità per i cittadini e soprattutto un’opportunità eccezionale per la coalizione di centro-sinistra.

La città ha bisogno di darsi un progetto di sviluppo coerente ed avanzato, soprattutto ha bisogno di uno scatto di orgoglio, di fantasia e partecipazione.

Le Primarie possono essere un vuoto rito o peggio un momento di sterile conflitto che rischia di danneggiare il centrosinistra se danno luogo ad una competizione basata sulla delegittimazione dell’avversario e la denigrazione.

Questa deriva può essere combattuta con uno sforzo collettivo di intelligenza e di volontà. In questo caso, le primarie possono essere una tappa fondamentale della maturazione politica e civica della coalizione e un momento di costruzione ed espressione di cittadinanza.

Il confronto sulle candidature deve essere innanzitutto un confronto sulle “cose”. Un confronto di prospettive, di idee, di progetto.

Questo confronto deve essere aperto e costruttivo, volto alla condivisione e costruzione di un programma e di un’idea per la città di Cagliari.

Il candidato vincente alla Primarie dovrà infatti incarnare questo progetto condiviso.

Le Primarie dunque non possono ridursi ad una semplice gara per ottenere una candidatura, bensì devono essere il momento nel quale la coalizione di centro-sinistra si incontra, si riconosce, si legittima agli occhi della cittadinanza.

I cittadini tutti, e non solo quelli che storicamente votano il centro-sinistra, devono essere i protagonisti della  costruzione del progetto. A tutti i partiti della coalizione chiediamo di impegnarsi a far sintesi delle diversità.
I firmatari di questa lettera invitano dunque i concorrenti delle Primarie per la scelta del candidato della coalizione di Centrosinistra a partecipare ad un confronto con la cittadinanza che potrà avere luogo nella settimana precedente questo momento elettorale.

Questo incontro potrà articolarsi anche in laboratori tematici nei quali i cagliaritani saranno chiamati a discutere il progetto di una Cagliari democratica ed ad avanzare le proprie proposte indirizzate al bene comune e alle categorie oggi più in difficoltà.

Chiediamo dunque ai candidati alle Primarie del Centro-sinistra di accettare la sfida del dialogo e del progetto con uno spirito unitario e costruttivo al fine di trasformare il processo elettorale in un momento di partecipazione collettiva reale e non puramente strumentale.

Giulio Angioni
Gianfranco Bottazzi
Ettore Cannavera,
Maria Del Zompo,
Gianni Loy,
Francesco Pigliaru,
Marco Pitzalis

Annunci