Indecente assessore Pellegrini: ieri l’Anfiteatro romano era un burrone, oggi un monumento da salvare! Ma sabato e domenica all’Auditorium…

Posted on 2 febbraio 2011

19


“Io sono un futurista, non bisogna guardare al passato, e bisogna rendersi conto che l’Anfiteatro romano è un rudere. Un bel rudere, ma pur sempre un rudere. In fondo, le tanto contestate assi in legno, che cosa coprono? Solo un burrone”.
Giorgio Pellegrini, assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, da Il Sardegna del 28 aprile 2010.

“L’Anfiteatro romano è in rovina. Il soprintendente Minoja mi ha fatto vedere una lunga sequenza di diapositive drammatiche che dimostrano come il monumento sia in gravi condizioni. Anche la copertura lignea è malmessa. Le tribune impediscono la normale circolazione dell’aria, si sono formate muffe che stanno corrodendo la pietra… Abbiamo chiesto all’assessorato ai Lavori Pubblici che dia garanzie sul fatto che il monumento non corre rischi…”.
Giorgio Pellegrini, assessore alla Cultura del Comune di Cagliari, da la Nuova Sardegna di oggi, 2 febbraio 2011.

Non è più una questione di destra o sinistra: ormai è semplicemente una questione di decenza. Con una nonchalance irritante e scandalosa, chi per nove anni è stato complice dello scempio dell’Anfiteatro, adesso lancia addirittura un allarme. Immaginiamo che fra un po’ l’assessore Pellegrini si scaglierà contro gli ambientalisti o gli studiosi per non aver detto o fatto nulla per evitare la distruzione del maggior monumento dell’età romana in Sardegna!

Questa è la classe dirigente che da dieci anni governa la città: inqualificabile e senza pudore.

Sabato e domenica ripercorreremo la vicenda dell’Anfiteatro all’Auditorium. Sarà un modo anche per capire come è stata governata questa città e come è stata informata. Un modo per rinfrescarci le idee, visto che fra qualche mese si voterà per scegliere una nuova amministrazione. Speriamo diversa da quella che finora ha preso in giro i cagliaritani.

Annunci