Da dieci giorni mezzo campo rom di Cagliari è senza corrente elettrica e il Comune non interviene. Perché?

Posted on 9 marzo 2011

66


Da quasi dieci giorni mezzo campo rom sulla 554 è senza corrente elettrica. A nulla sono servite le segnalazioni dei residenti al Comune di Cagliari. Una squadra di operai si è vista venerdì, ha controllato il guasto e ha detto: “Andiamo a prendere il materiale e torniamo”. Non sono tornati.

Le famiglie senza corrente sono sei. In alcune baracche i residenti ora si utilizzano i bracieri per riscaldarsi la notte. I rischi sono altissimi, ma non c’è alternativa.

Anche l’anno scorso in pieno inverno il Comune aveva lasciato il campo nomadi senza corrente e sette persone, intossicate dal monossido di carbonio, erano finite in camera iperbarica all’Ospedale Marino.

Perché, se in un’altra zona della città manca la corrente, il Comune interviene subito (e se non lo facesse le proteste sarebbero rapide e clamorose), mentre nel campo rom gestito dalla nostra amministrazione un guasto può costringere i residenti a stare senza riscaldamento per quasi dieci giorni? C’è qualcuno che ha una risposta?

Annunci
Posted in: Cagliari, Sardegna