Ci scrive l’amica Bruna: “Ma chi è che mette i cassonetti negli spazi riservati ai disabili?”. Ayò sindigo Zedda, vai di zirogna!

Posted on 25 giugno 2011

11


 

Una città è fatta anche di piccole cose. Così, dopo il dibattito sulle strisce pedonali nel Largo Carlo Felice, oggi vi propongo il tema dei disagi che vivono i disabili a Cagliari. Lo spunto mi è dato da questa segnalazione di Bruna, che si definisce “una comune cittadina” e che racconta di un increscioso inconveniente. Ma è pur sempre dalle piccole cose che bisogna partire per risolvere i problemi più complessi. Grazie a Bruna per la sua segnalazione, che speriamo suia accolta dalla nuova amministrazione guidata dal sindigo de Casteddu, Massimo Zedda. Vai di zirogna, o Massimo!

 ***

Vorrei segnalare una pratica che spesso si presenta nelle vie cittadine, cioè l’ingombro dei cassonetti adibiti al ritiro carta e vetro, negli spazi riservati ai disabili. Il disabile è spesso impossibilitato dallo scendere dall’auto e spostarselo da solo!!!

In particolare, le foto che  ti invio si riferiscono alla via Carducci a Cagliari.

Ho segnalato il caso anche alla Società Separa e al Comune chiedendo un’accortezza maggiore nel riposizionamento degli stessi in spazi adeguati.

A volte noi cittadini, che non possediamo alcun handicap, ignoriamo o non ci accorgiamo di quanti disagi debbano affrontare chi invece per sfortuna, provando ad utilizzare la nostra città….incappano in queste disattenzioni.

Penso anche che essere attenti a queste delicate situazioni e darne la doverosa attenzione, sia civile e veramente a costo zero per tutta la cittadinanza.

Per favore un occhio di attenzione per tutti quelli che non hanno la possibilità di far sentire la propria voce e a quelli che da tanto urlano nel vento.

Le foto in oggetto sono state scattate con cellulare il giorno giovedi 23 giugno 2011.

Grazie
Una comune cittadina
Bruna Biondo

 

Advertisements