Radio Press non è più sola: ecco perché da oggi scrivo per Sardegna Quotidiano

Posted on 4 luglio 2011

79


Stamattina c’è un mio articolo in prima pagina su Sardegna Quotidiano. Il motivo è molto semplice: nei giorni scorsi la società Deltamedia srl (editrice di Radio Press, l’emittente che io dirigo) e la Cooperativa Giornalisti Sardi (che edita il giornale) hanno sottoscritto un accordo di collaborazione reciproca che prevede tante cose e, tra questa, anche l’opportunità per i giornalisti della radio di scrivere per il nuovo quotidiano.

I motivi dell’intesa sono evidenti: con la nascita del nuovo gruppo editoriale che fa capo a Sardegna 24 (che, insieme al giornale, comprende anche un sito on line e una radio), sia la nostra radio che il loro giornale rischiavano di restare isolati e di non poter affrontare questa nuova sfida ad armi pari.

Le armi in realtà ancora pari non sono, vista la differente consistenza economica che contraddistingue i due progetti editoriali. Noi però ci proviamo, anche perché le affinità tra Radio Press e Sardegna Quotidiano sono veramente tante. In questo nuovo giornale ritroviamo infatti quella stessa voglia di fare informazione libera dai soliti schemi a cui gli ascoltatori di Radio Press sono abituati. Nessuna delle due testate ha padrini politici evidenti od occulti: sembrerà strano, ma siamo liberi. E, per quanto ci riguarda, anni di informazione radiofonica stanno lì a confermarlo. E, per quanto mi riguarda, penso lo dimostrino quanto meno i trecento e passa articoli che ho finora pubblicato su questo blog.

Per la nostra emittente l’accordo con Sardegna Quotidiano è un passaggio cruciale che vogliamo affrontare con coraggio ed entusiasmo, consapevoli di affrontare questa avventura con dei colleghi tanto bravi quanto liberi (e i primi numeri del giornale già lo hanno dimostrato).

A dire il vero, per due mesi Sardegna 24 ha mantenuto aperto un canale di trattativa con noi, nella prospettiva di poter far collaborare le due realtà editoriali. La verità è che il nuovo gruppo poteva già contare sulla disponibilità di una radio (Radio X, ora Radio Sardegna 24) e quindi era effettivamente impossibile ogni ipotesi di accordo con la nostra emittente.

Così, quell’accordo inseguito per due mesi con Sardegna 24, poi lo abbiamo chiuso in due giorni con Sardegna Quotidiano: evidentemente doveva andare così. E noi siamo contentissimi.

Riprendere a scrivere per un quotidiano è stata per me una sensazione strana: non mi capitava più o meno da dieci anni. In prima pagina poi c’ero finito una sola volta, a fine anni ’90: ed era (ironia della sorte) su L’Unità. Pensa te, a volte, i casi della vita.

Annunci