Una firma per il referendum contro la legge elettorale porcata? Sì, ma tappandosi il naso

Posted on 4 settembre 2011

8


Ora dunque ci dicono che dobbiamo andare a firmare per il referendum contro la legge elettorale porcata: e andremo. Resta da capire perché ci siano voluti sei anni perché qualcuno si decidesse a sfidare il mostro. Forse il risultato della consultazione sul nucleare ha galvanizzato molti, convincendoli a rischiare, forse la legge elettorale porcata a tanti faceva comunque comodo. Chissà.

Sta di fatto che per l’ennesima volta una norma che dovrebbe essere coerente con un impianto istituzionale complessivo verrà stabilita per effetto di una abrogazione e non di un progetto organico.

E’ il motivo per il quale la Federazione delle Sinistre invita a non firmare per il referendum, e i Comunisti Italiani parlano addirittura di “referendum truffa”, ricordando come, tornando alla vecchia legge, si ripristinerebbe un 25 per cento di parlamentari nominati dai partiti.

Vista la situazione, mi sembrano ragioni deboli perché qualunque cosa è meglio di questa legge elettorale che, unita al taglio dei parlamentari, rischia veramente di diventare un’arma letale per la democrazia italiana. E la possibilità di approvare in extremis una nuova legge è anche l’alibi a cui si sta appigliando il Partito Democratico, che se non prende posizione in fretta rischia di sostenere la stessa posizione del Pdl.

La politica si fa a condizioni date. Se non si hanno i numeri né c’è la volontà condivisa per fare una buona legge, è meglio tornare a quella vecchia. Perché la Federazione delle Sinistre e il Pd si siano dunque ficcati un questo vicolo cieco non riesco a capirlo.

E quindi andiamo a firmare, tappandoci il naso ovviamente. Perché in tanti, troppi sono saliti sul carro del vincitore fiutando l’aria della vittoria. Eppure sei anni fa erano da un’altra parte e non si sarebbero fatti alcuna remora ad approfittare di questa legge che consente a pochi capipartito di decidere al posto nostro. Ma con tutto quello che sta succedendo in Italia, mi sembra un aspetto marginale.

 

Annunci
Posted in: Politica