Francesca Barracciu come Armandino! “Altro che video sui trapianti: Emanuele Sanna, Garau e Mondino Ibba, compassi e un occhio solo”! Ceeh, la Massoneria al Brotzu! Memorabile!

Posted on 11 ottobre 2011

66


Chi dice Brotzu dice potere. A volte non so se sia Armandino (il noto personaggio di Buongiorno Cagliari) ad essere un fedele interprete della realtà cagliaritana, o se la realtà cagliaritana ogni tanto si fa influenzare da Armandino.

Breve riassunto delle puntate precedenti.

Dopo il contestato video sui trapianti girato al Brotzu, infuria la polemica. La consigliera regionale e vicesegretario regionale del Pd, Francesca Barracciu, chiede le dimissioni del direttore generale del Brotzu, Antonio Garau. In difesa di Garau e contro la Barracciu interviene Emanuele Sanna, esponente storico del Pci-Pds-Ds-Pd, da sempre attento alle logiche del potere sanitario (il Brotzu l’ha inaugurato lui, per intenderci, e ancora si favoleggia su di un ufficio fino a poco tempo fa a disposizione all’interno dell’ospedale che lo ha visto esercitare la professione di medico pediatra).

A favore del primario, Mauro Frongia, interviene invece il presidente dell’Ordine dei Medici di Cagliari, Mondino Ibba (storico esponente socialista).

E la Barracciu, che fa? Ci crava un comunicato stampa mitologico! Le righe iniziali entrano nella storia dei comunicati stampa a sfondo esoterico. E’ ovvio che sta parlando di Massoneria e di solidarietà tra “fratelli”: quanti giornali domani lo diranno chiaramente?

Ecco il testo del comunicato stampa:

“Grottesche e disarmanti sono le sortite del Sanna compagno di partito di lungo corso a cui non voglio prestare il fianco perché capisco essere indotte da un’affinata pratica, comune anche a Garau, a misurare le questioni con un compasso discrezionale e un solo occhio e lo stesso dicasi per il Presidente dell’ordine dei medici di Cagliari.
Non è il costo sopportato per la realizzazione del video, in questione; né ho mai messo in discussione la professionalità degli operatori sanitari che, al contrario, stimo ed ammiro.
Il fatto è che il Brotzu è un’azienda pubblica e non può divulgare una rappresentazione falsa della realtà in cui opera e dei problemi ad essa connessi; tantomeno è ammissibile che, per tale scopo, un intero reparto e parti dell’ospedale siano stati trasformati in set cinematografico e i dipendenti pubblici in ballerini e ballerine.
La realtà, come testimoniano le numerose lettere di indignazione che ho ricevuto, è che alla gioia di chi rivive dopo un trapianto si affianca sempre il dramma di chi muore. Molte persone sono state offese dalla facile ed ingiustificata euforia ispirata da un incondivisibile edonismo d’oltreoceano la cui efficacia, quanto all’opera di sensibilizzazione, è tutta da provare.
La questione che io pongo è squisitamente politica e il solo titolato a rispondere è l’Assessore alla sanità anche perché, come noto, Garau non possiede i titoli per fare il direttore generale, al massimo sa organizzare cene con Verdini e Carboni a Suelli”. 

Francesca Barracciu, vicesegretaria del PD regionale

 

Annunci
Posted in: Cagliari, Sardegna