Sardegna 24 dimostra la vulnerabilità del Brotzu e il direttore dell’ospedale denuncia il quotidiano! E la giornalista-assessore alla Sanità De Francisci da che parte sta?

Posted on 8 dicembre 2011

23


Mi piacerebbe sapere chi è quel genio della comunicazione che ha consigliato al direttore generale del Brotzu, Antonio Garau, di denunciare il direttore di Sardegna 24, Giovanni Maria Bellu. Dopo certe figuracce (guardare il video, grazie), il buonsenso consiglierebbe di staserne buoni e zitti e limitare i danni. Invece no. Garau (leggiamo in un lancio di agenzia) “ha deciso di intraprendere azioni legali contro l’incursione notturna di alcuni giornalisti di Sardegna 24 che nei giorni scorsi avevano documentato la vulnerabilità dell’ospedale cagliaritano a possibili raid esterni”. E tutto questo, a pochi giorni di un misteriosissimo incendio notturno che ha messo a rischio un paio di reparti dell’ospedale più grande della Sardegna.

“L’incarico è stato affidato all’avvocato Massimiliano Ravenna. L’iniziativa del Brotzu punta ad accertare eventuali ipotesi di reato e ad individuare possibili complici”, scrive l’Ansa.

La pezza è peggio del buco e denota una certa arroganza da parte della dirigenza del Brotzu. E ha ragione Bellu quando afferma che si tratta di “un’azione legale contro il diritto di cronaca”; e ha doppiamente ragione quando dice che “la collega Monia Melis e il film-maker Luca Percivale, dimostrando l’assoluta vulnerabilità del più grande ospedale sardo, hanno reso un servizio alla comunità, come dimostra il fatto che, in seguito alla pubblicazione del reportage, le misure di sicurezza sono state rafforzate”.

Garau avrebbe dovuto chiedere scusa ai cittadini e ringraziare Sardegna 24, altroché. Ora la denuncia del Brotzu finirà nel cumulo delle cose ridicole che la politica sarda è in grado incessantemente di generare.

La mia domanda a questo punto è però un’altra: il direttore Garau ha avvertito l’assessore regionale De Francisci di questa sua iniziativa? E l’assessore, da giornalista professionista, che valutazione ne dà? Ritiene anche lei che lo scoop di Sardegna 24 meriti di essere portato davanti ad un magistrato?

L’assessore e giornalista Simona De Francisci con chi sta? Con il diritto di cronaca o con il direttore del Brotzu Garau?

Attendiamo fiduciosi una risposta. E nel frattempo speriamo che anche l’Ordine dei Giornalisti della Sardegna faccia sentire la sua voce.


Advertisements