Gi seusu a Floris! Massidda bugone: “Il Pd romano vuole Giovanni Floris, quello di Ballarò, alla guida della Regione Sardegna!”

Posted on 30 dicembre 2011

23


Il botto di fine anno l’ha sparato con qualche ora di anticipo l’ex senatore del Pdl Piergiorgio Massidda. Ieri dai banchi del consiglio provinciale di Cagliari ha detto chiaro e tondo che “per le prossime regionali, il Pd sta pensando di candidare il conduttore televisivo Giovanni Floris, quello di Ballarò”. Ammazza che botta!

La notizia è stata ripresa oggi da Sardegna 24 e da Sardegna Quotidiano. Quest’ultimo ci offre poi qualche particolare in più: il giornalista televisivo avrebbe già incontrato un paio di volte il segretario del Pd, Pierluigi Bersani. E il grande sponsor sarebbe Enrico Letta (ma le mie fonti indicano anche l’ex parlamentare nuorese Antonello Soro come ispiratore dell’operazione).

La storia è vera oppure no? Sicuramente è verosimile. Come lo stesso Massidda ha spiegato, il Pd non ha un candidato rischia di no avere un candidato “forte” per le prossime regionali. Soru è fuori gioco per le sue disavventure fiscali, Graziano Milia è stato azzoppato dalla Cassazione, e anche il sindaco di Sassari Ganau non sembra ancora in grado di ambire ad una carica così prestigiosa. E dunque che si fa?

L’idea di paracadutare Floris è proprio in stile Pd. Certo, ci saranno le primarie, ma qualche domanda bisognerà pure iniziare a farsela su questa ipotesi che, ripeto, secondo me non è per niente campata in aria.

Se il Pd sta veramente pensando a Giovanni Floris vuol dire che dalla lezione cagliaritana non ha appreso proprio nulla. Per vincere le elezioni non basta più il “nome”, serve un progetto e una coalizione unita. Giovanni Floris sarebbe l’ennesimo corpo estraneo alla politica, un po’ come lo è stato Soru: più di rottura che di unione delle varie anime della coalizione. E i risultati li abbiamo visti.

Sarebbe anche uno smacco per il Pd sardo, “commissariato” di fatto dai vertici romani. Per battere Cappellacci c’è bisogno nientemeno che di un conduttore televisivo di origini sarde? Direi di no. Volete tre nomi di politici del Pd che secondo me hanno le carte in regola per candidarsi alle primarie? Francesco Sanna, Mario Bruno e Gianpaolo Diana.

Insomma, Floris candidato rischia di essere una mossa sbagliata e controproducente che farebbe scoppiare una nuova guerra interna all’elettorato di centrosinistra. Floris verrebbe spacciato come il novello Soru contro i vecchi potentati.

Ma questa è una lettura della realtà politica a dir poco grezza (infatti poi Soru ha perso le elezioni, mica le ha vinte).

Ps
Mi dicono che Bersani, saputo della bugata di Massidda, abbia già fatto sapere all’ex senatore del Pdl che gliela farà pagare…

Annunci
Posted in: Politica, Sardegna