Mauro Pili, un marziano della politica. Perché ci vuole del talento per fare una cosa giusta e poi coprirsi di ridicolo

Posted on 2 febbraio 2012

34



Ci vuole del talento per fare una cosa giusta e poi coprirsi di ridicolo. Un talento speciale, e Mauro Pili ce l’ha tutto. Mezza Sardegna (e anche qualcosa di più) gli ride dietro per questa storia delle case su Marte realizzate con mattoni speciali studiati da ricercatori sardi. Il deputato del Pdl è stato messo subito alla berlina e ha reagito malissimo. A farne le spese (si fa per dire) è stata Michela Murgia, una che non si fa certo spaventare dall’ex presidente della Regione e che in queste situazioni ci sguazza che è una meraviglia.

L’aspetto paradossale della vicenda è che l’iniziativa di Pili è stata veramente meritoria. Degli studi dei ricercatori sardi già si sapeva, la notizia era già uscita sui giornali. Il merito di Pili è stato quello di aver portato all’attenzione del governo Monti questa ricerca straordinaria.

Poi però cos’è successo? È successo che Pili ha fatto quello che tutti i politici berlusconiani generalmente fanno, cioè l’ha sparata grossa e si è venduto la pelle dell’orso prima di averlo ucciso. Dunque ha mandato un comunicato stampa in cui già dichiarava che la ricerca scientifica in questione avrebbe aiutato la Sardegna a uscire dalle crisi.

Una casa su Marte con il marchio della nostra isola può rappresentare per l’Italia e per la regione una grande occasione di sviluppo”. E ancora: “Il progetto dell’Università di Cagliari, che ha già ottenuto riconoscimenti mondiali, può essere una base fondamentale per la ripresa economica del paese”.

Sì, certo: ma fra quanto tempo? E per quante persone? La crisi attuale ha bisogno di risposte immediate da dare ai giovani disoccupati, ai cassintegrati dell’industria e ai pastori in difficoltà, non di case su Marte con il marchio della Sardegna! Pili avrebbe dovuto fare precedere agli squilli di tromba i tamburi a lutto della Settimana Santa. Se non si affronta il tema con le necessarie precauzioni e si parla con leggerezza di “Sardegna su Marte” forse si ottiene un titolone sui giornali amici, ma la gente normale non può che pensare: “Ma come? Con tutto quello che sta succedendo, Mauro Pili pensa a una casa su Marte?”.

E infatti l’onorevole è stato impallinato subito, come un dilettante qualunque della comunicazione politica. Pili su Marte sta facendo il giro del web, e per uno che ancora non si è scrollato di dosso la pessima fama di presidente “copione”, questa vicenda rischia di restargli appiccicata a lungo.

La reazione scomposta dell’ex presidente è proporzionale alla sua consapevolezza di avere fatto una cosa buona e giusta. Ma evidentemente questi berlusconiani con la satira hanno un conto aperto. Nel suo cieco furore, Pili è riuscito perfino ad attribuire a Michela Murgia la vignetta di Banana pubblicata oggi su Sardegna Quotidiano!

Però, come non capirlo? Come vi sentireste voi se dopo aver fatto una cosa giusta, tutti vi prendessero per il culo?

Una cosa è certa: se Pili voleva testare le sue capacità di comunicatore e la sua credibilità presso l’opinione pubblica, questa occasione gli ha dato delle risposte inequivocabili.

Annunci
Posted in: Giornalismo, Politica