Dopo Bologna e Milano, anche il Comune di Torino e il Consiglio regionale emiliano espongono la foto di Rossella Urru! Cagliari e la Sardegna non pervenute…

Posted on 24 febbraio 2012

16


La foto di Rossella Urru, la cooperante di Samugheo rapita in un campo profughi nel sud dell’Algeria lo scorso 23 ottobre, da ieri campeggia anche sulla facciata del municipio di Torino.

In precedenza, la stessa iniziativa era stata presa dal consiglio regionale dell’Emilia Romagna, dal comune di Milano e da quello di Bologna, che per primo aveva esposto l’immagine della ragazza.

Il Comune di Cagliari ancora non si muove, nonostante qualche giorno fa il Consiglio abbia deliberato di esporre l’immagine della ragazza sulla facciata del Municipio o di un monumento cittadino (la mia proposta:  perché non proiettare ogni sera la foto di Rossella sulla Torre dell’Elefante, così come ha fatto in questi giorni con uno slogan il Rotary per la sua campagna anti-polio?).

Ora, quanto tempo ci vorrà per far diventare operativa la decisione? Del Consiglio regionale sardo poi, nemmeno parliamo.

Perché questo immobilismo? Perché questo esitare imbarazzante? Perché le istituzioni sarde hanno i riflessi così lenti? Quanto tempo dovrà passare prima che la foto di Rossella campeggi sul municipio di via Roma, sulla sede del Consiglio regionale e in quella di tutte le province sarde? Perché le amministrazioni di Bologna, Milano e Torino sono stati più veloci di quelle isolane?

Io non posso far altro che ribadire il concetto già espresso addirittura il 25 ottobre (“Mobilitiamoci! Una grande foto di Rossella Urru in tutti i Comuni della Sardegna per riportare a casa la cooperante di Samugheo rapita in Algeria!”), e il 3 febbraio (“Domenica mattina tutti in piazza a Cagliari per chiedere la liberazione di Rossella Urru! Ma perché ancora non c’è ancora la sua immagine in via Roma?”).

Ormai la situazione sta diventando imbarazzante. E se a questo punto mandassimo una mail al sindaco di Cagliari  Zedda e alla presidente del Consiglio regionale sardo Lombardo? Prepariamo un testo e lo facciamo circolare sui social network? Così forse qualcuno si dà una mossa.

Advertisements
Posted in: Cagliari, Sardegna