L’Arcivescovo di Cagliari monsignor Mani se ne va e si concede alle domande dei giornalisti. E voi, cosa gli vorreste chiedere?

Posted on 9 aprile 2012

27


Dopo nove anni l’arcivescovo di Cagliari, mons. Giuseppe Mani, si appresta a lasciare il suo incarico. Fra poco più di dieci giorni si insedierà il città il suo successore, monsignor Arrigo Miglio. Non ci sarà un passaggio di consegne pubblico, ma Mani non ha voluto sottrarsi ad un confronto finale con i giornalisti delle nostre maggiori testate, in una tavola rotonda organizzata dall’Ucsi, l’associazione dei giornalisti cattolici

L’appuntamento è per mercoledì 11 aprile alle 10 nei locali del seminario, in via monsignor Cogoni. L’ingresso è libero. La tavola rotonda sarà coordinata dal presidente regionale dell’Assostampa Francesco Birocchi e vedrà la partecipazione di giornalisti de L’Unione Sarda, La Nuova Sardegna, Sardegna Quotidiano, Videolina, Sardegna 1 e Rai Regione. Le conclusioni saranno invece del Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Sardegna, Filippo Peretti.

I colleghi non hanno certo bisogno di particolari sollecitazioni, però un gioco lo possiamo fare. Immaginiamo dunque di essere noi a poter rivolgere una domanda a monsignore. I temi non mancano e non vi voglio suggerire nulla.

Io parto con la prima domanda: perché l’Episcopio di piazza Palazzo è praticamente un rudere abbandonato da anni? E poi (scusate ma non resisto): ci racconta monsignore, quella volta che ha fatto diventare assessore regionale alla Pubblica Istruzione nella giunta Cappellacci Maria Lucia Baire, quella che aveva organizzato la visita del Papa a Cagliari?

E voi cosa vorreste chiedere a monsignore?

Annunci