Referendum, quorum raggiunto! In attesa del crollo della casta, i sardi intanto resuscitano Cappellacci

Posted on 6 maggio 2012

38


È stato un finale veramente al fotofinish, ma alla fine i dati sono chiari: i dieci referendum regionali hanno raggiunto il quorum. Per il Comitato si tratta di un successo stentato ma pieno. Nonostante le lamentele preventive e ingiustificate, l’appoggio convinto dei due maggiori quotidiani isolani è stato determinante per il raggiungimento del fatidico 33,3 per cento.

Dal punto di vista pratico, si capirà nei prossimi giorni cosa succederà realmente, se la casta verrà colpita al cuore così come promesso. Politicamente però una cosa è certa: i referendum resuscitano il presidente della Regione Ugo Cappellacci. Questa è soprattutto la sua vittoria. Lui più di tutti ha cavalcato i dieci referendum, scommettendo audacemente sulla loro vittoria. Che poi sia stata raggiunta grazie ad un consistente voto degli elettori di centrosinistra (con i massimi dirigenti del Pd e Sel forse troppo timorosi di mostrarsi contrari alla posizione di Cappellacci solo per non finire accusati di difendere la casta, puntando tutto, di fatto, sull’astensionismo) e anche con la provvidenziale benedizione del suo primo avversario, l’ex presidente Renato Soru, è solo una bizzarria dei nostri tempi.

Cappellacci ha vinto e ora guadagna un po’ di fiato in vista delle prossime elezioni regionali, guadagnandosi il diritto di prolungare la propria carriera politica (a Roma o a Cagliari si vedrà). Ritorna in pista l’ex assessore Prato: sarà lui il candidato dei conservatori alle prossime regionali? Il centrosinistra (e soprattutto il Pd) approfitterà della situazione per dividersi più di quanto già non lo sia. Per i Riformatori invece è un giorno storico: la prima riforma non si scorda mai.

***

+++ REFERENDUM SARDEGNA: SUPERATO QUORUM, HA VOTATO IL 35,50 % +++

Quorum superato per i dieci quesiti referendari regionali. Alle 22, ora di chiusura delle urne, ha votato il 35, 50 per cento degli aventi diritto cioè 525.651 sardi.

In provincia di Cagliari si è recato alle urne il 38, 11 per cento degli elettori (nel capoluogo ha votato il 40, 44%), in quella di Nuoro il 34, 76 per cento, di Oristano il 33,04 per cento, in provincia di Sassari il 37,23 per cento, nel Medio Campidano il 42,55 per cento (affluenza più alta), nella provincia di Carbonia-Iglesias il 31,53 per cento, in Ogliastra il 28,74 per cento e nella provincia di Olbia-Tempio il 26,85 per cento.

Gli elettori nell’isola sono 1.480.366, di cui 755.360 donne e 725.006 uomini. Il quorum per la validità del referendum è pari a 1/3 degli elettori ovvero 493.455.

Annunci
Posted in: Politica, Sardegna