Cagliari-Sassari, fine di una rivalità? Dalle due università un segnale di speranza (e comunque sempre forza Dinamo!)

Posted on 16 maggio 2012

22


Non capisco molte cose, ma la rivalità tra Cagliari e Sassari (o tra Sassari e Cagliari, fate come preferite) è tra quelle che ho sempre capito di meno. Certo, non ignoro le ragioni storiche che l’hanno generata né l’eterna tendenza al campanilismo che contraddistingue i nostri centri urbani. D’altra parte, mi facilità l’avere a Sassari degli zii e dei cugini molto cari. Eppoi c’è il basket (ma di questo parleremo dopo).

Io penso anche che, da un certo punto in poi, la rivalità tra Cagliari e Sassari sia stata alimentata dalle nostre classi dirigenti, che hanno preferito dividere ciò che non volevano che fosse unito. Perché con la retorica dei “territori” in tanti ci hanno campato e perché è più facile gestire il consenso in operazioni con un respiro limitato che processi di cambiamento organici e coerenti.

Per questo l’accordo sottoscritto ieri dalle due università ha un’importanza che va oltre gli aspetti relativi all’ottimizzazione delle risorse a disposizione dei nostri atenei. Sta a significare una volontà più ampia delle due città di collaborare in ogni ambito possibile. Perché se i due maggiori centri urbani della Sardegna condividono un progetto comune, è tutta l’isola a beneficiarne.

Cagliari e Sassari da tempo forse non si odiano più come una volta, lasciando questo poco nobile sentimento al sottoproletariato urbano degli ultrà (mischini). Il problema vero è che le due città non si conoscono. Sulla scia dell’accordo dei due atenei, sarebbe opportuno immaginare iniziative in grado di mettere a confronto le migliori esperienze in ambito culturale e sociale ad esempio. Penso che da questo confronto verrebbero fuori dei risultati interessanti, sicuramente capaci di far crescere le due città.

Eppoi a favorire questo nuovo clima c’è il basket. Non ci credete? Da qualche anno i cagliaritani non si vergognano di tifare la Dinamo, anzi. Sarà che qui al sud non abbiamo una squadra ad alti livelli e che la nostra rivalità cestistica è stata incentrata per anni sullo scontro Olimpia-Esperia (io stavo con l’Olimpia, per fortuna), sta di fatto però che le imprese della Dinamo sono celebrate a Cagliari anche da persone che non hanno mai seguito il basket. Insomma, sei i cagliaritani tifano con passione una squadra di Sassari vuol dire che c’è un cambiamento culturale in corso molto importante e che andrebbe assecondato.

E infatti domani iniziano i playoff e quindi forza Dinamo!

 

 

Annunci
Posted in: Cagliari, Politica