Anche ProgReS si sfascia! Franciscu Sedda, Ornella Demuru e tanti altri abbandonano il partito indipendentista, schiacciati dalle ambizioni di… Michela Murgia!

Posted on 19 luglio 2012

77


Bisogna saper leggere tra le righe di certi articoli. Per esempio, quello pubblicato oggi dal La Nuova Sardegna che racconta il vertice tenutosi ieri tra i partiti di centrosinistra ed alcune sigle indipendentiste.

Ad una lettura attenta, cosa emerge dal pezzo? Che ProgReS è una cosa e che Franciscu Sedda un’altra! Una notizia, non credete? E così mi sono messo a fare un paio di verifiche. E cosa ti scopro? Che Franciscu Sedda, tra i fondatori del partito (nato da una scissione con Irs di Gavino Sale), sicuramente l’esponente più in vista e più stimato, non ha rinnovato la tessera per il 2012! E con lui anche l’ex segretario nazionale, Ornella Demuru! E insieme a loro anche Cristiana Velluti, Giulio Cherchi e Martino Dibeltulo, cioè tre dei cinque componenti della segreteria politica di ProgReS eletta al congresso del 7 agosto 2011 ad Arbatax!

Velluti, Cherchi e Dibeltulo si sono dimessi dall’Esecutivo Nazionale a fine novembre 2011, e questo per “gravi motivi politici”. Anche il componente la Direzione Nazionale, Alberto Pintus non ha rinnovato la tessera.

In realtà, pare che questa crisi abbia provocato una vera e propria emorragia di iscritti, portando il numero dei militanti di ProgReS da circa 400 agli attuali 100. E sapete perché?

Ce lo spiega una fonte molto qualificata che preferisce rimanere riservata: “A partire dal congresso di Arbatax, tutto questo è stato spinto, e continua ad essere spinto, da Michela Murgia, che sta formando una coalizione per candidarsi alla presidenza della Regione alle prossime elezioni. Per fare questo ha bisogno (influenzando il Segretario e il Presidente di ProgReS, e finora lo ha fatto con successo), di eliminare dalla scena interna del partito i personaggi indipendentisti che potrebbe trovare sulla sua strada verso la presidenza della Regione”.

Sarà vero? Sarà falso? Di sicuro non è una teoria campata per aria. E, sia come sia, il fatto che Franciscu Sedda (che ora si occupa sopratutto del Fiocco Verde) e Ornella Demuru non rinnovino la tessera di ProgReS mi sembra una notizia. O no? Per non parlare poi della velleità di Michela Murgia di candidarsi alla presidenza della Regione (sulla base di quali competenze non si sa bene, ma questi sono fatti suoi). Una notizia che vi avevo già data qualche tempo fa. Ma su questo La Nuova Sardegna ancora tace (forse non hanno il numero della Murgia, chissà).

Post scriptum
Fino a pochi anni fa c’erano solo i sardisti e Sardigna Natzione.
Dal Psd’az sono nati i Rossomori di Gesuino Muledda e Claudia Zuncheddu. Poi la Zuncheddu ha rotto con i Rossomori e ha fondato Sardegna Libera.
Da Sardigna Natzione è invece nata Irs. Irs poi si è spaccata ed è nata ProgReS. Adesso anche questo partito si sta spaccando. Così, ve lo volevo dire. Per orientarvi.

 

Annunci
Posted in: Politica, Sardegna