Troppe minacce: i rom abbandonano la famosa “villa di lusso con piscina” a Quartu! E nemmeno denunciano l’autore di un messaggio intimidatorio…

Posted on 21 agosto 2012

49


Esattamente due giorni fa le famiglie rom a cui era stata destinata la famosa “villa con piscina” di Quartu hanno restituito le chiavi della casa alla Caritas. A nulla sono servite l’offerta della stessa Caritas di realizzare un campo di lavoro per mettere in sicurezza i luoghi (in particolare la pericolosa ex piscina) e la proposta dell’Asce di prendere tempo. Non è servita nemmeno la buona disponibilità dei vicini di casa che garbatamente nei giorni passati si sono recati alla “villa di lusso” per fare conoscenza con gli undici adulti e i ventuno bambini che lì avevano trovato alloggio.

Purtroppo a far precipitare la situazione sono state nuove terribili minacce ricevute dai rom, soprattutto la “promessa” fatta da tre adulti di mettere fuoco non solo alla casa ma “anche ai bambini”. Così le sei famiglie destinatarie di ciò che è rimasto dell’ex Pandemonium (la discoteca in voga negli anni novanta e della casa realizzata sotto il livello del terreno ma con una vasca da bagno dotata di idromassaggio e rifiniture in marmo) hanno dunque restituito le chiavi, e ora sono di nuovo in cerca di un alloggio.

Ma c’è di più. Ricordate il messaggio intimidatorio che i rom avevano ricevuto subito dopo l’uscita della notizia sull’Unione Sarda della “villa agli zingari”? Ebbene, l’autore di quel messaggio è stato scoperto, ma i rom non hanno voluto denunciarlo. Che volete? Loro sono fatti così.

Questa è la notizia. I commenti li lascio a voi.

Annunci