Imparare il sardo si può, anche on line! Al via il corso “Totu sas paràulas”! Organizza l’Università di… Girona!

Posted on 4 novembre 2012

69


Il sardo è una lingua come tutte le altre? Eja! E allora ecco per voi il primo corso per impararla on line! Sul serio! Si chiama “Totu sas paràulas” ed è promosso dall’associazione Romania Minor, un istituto di studi romanzi che a livello europeo da dieci anni ha come obiettivo la promozione, lo studio e la diffusione delle lingue romanze di minoranza.

Come funzionerà il corso? E volete pure che ve lo spieghi? C’è bisogno solamente di un computer e di una connessione ad Internet. Una volta che ci si iscrive (entro il 15 novembre, inviando una mail a info@romaniaminor.net), verrà inviato un nome utente e una password con la quale si potrà accedere ai contenuti. Il corso (ideato per chi vuole acquisire una conoscenza basilare del sardo a livello scritto) dispone anche di registrazioni audio e offrirà l’appoggio di un tutor, a disposizione per risolvere eventuali dubbi.

“Totu sas paràulas” è strutturato in dieci unità e prevede delle attività di autovalutazione che verranno inviate al tutor automaticamente.

L’iscrizione costa cento euro. Il corso inizierà a metà novembre e si concluderà a fine maggio 2013, quando l’alunno otterrà un diploma dell’Osservatorio di Llengues de la Mediterrània, dell’Università di Girona. Eh già, perché questo corso di lingua sarda on line è tenuto di fatto da un’università spagnola, mica da quelle di Cagliari e Sassari!

Il docente sarà Xavier Frías Conde, in collaborazione con Francesc González i Planas. “Totu sas paràulas” è un’iniziativa congiunta di Romania Minor, del Servizio Lingua e Cultura Sarda dell’assessorato Pubblica Istruzione della Regione Sardegna e la benemerita Asociación Circolo Sardo Ichnusa di Madrid.

Un corso di sardo organizzato da un’università spagnola, cos’e maccusu! Perché i nostri magnifici atenei, iperforaggiati da anni dalla Regione con i fondi destinati alla lingua sarda, un corso così mica lo organizzano, noooo! In tante università europee si fanno corsi di lingua sarda, nelle due università sarde no, perché i soldi che prendono dalla Regione proprio per studiare e diffondere la nostra lingua li usano senza ottenere grandi risultati (ma di questo parleremo in un’altra occasione).

Advertisements
Posted in: Cultura, Sardegna