Tanti auguri a tutti, e che sia un 2013 di gioia e rivoluzione. E per festeggiare insieme, ecco i dieci post più letti nel 2012!

Posted on 31 dicembre 2012

27


lota dura

Gli anni più belli non sono solo quelli in cui genericamente “è andato tutto bene”, ma soprattutto quelli in cui abbiamo lottato e, possibilmente, vinto. Per questo io sono contento di questo 2012 che fra qualche ora ci lascerà. Lo ricorderò come un anno di grandi incertezze, di rivolgimenti estremi, ma anche di fallimenti fecondi, di battaglie vinte e, soprattutto, combattute.

Botte ne sono volate, è chiaro: succede sempre così quando ci si mette in gioco veramente. E spero di potermi mettere in discussione in maniera ancora più radicale nell’anno che sta arrivando. Sento di doverlo fare perché avverto il senso del tempo che passa, delle energie che giocoforza sfumano con il passare degli anni. È vero che non si può avere tutto e subito, ma il più possibile in tempi realistici sì. E allora, diamoci da fare. Io sono pronto, e così spero per voi.

Vorrei che il 2013 fosse un anno di strepitose novità, per me e per tutti voi, cari amici del blog. Un anno coraggioso, senza paure, con un pizzico di sana incoscienza che mai dovrebbe mancare in ogni esistenza. “Gioia e rivoluzione” dicevano gli Area: e sia. Lo devo alle persone che mi amano e mi vogliono bene (l’amore mio Tiziana in primis, che anche più di me ha voluto che questo blog nascesse e che divide con me ogni cosa; mia figlia Emma; la mia famiglia; i miei amici più cari), ma anche a quelli che si sentono minacciati in qualche modo dal sottoscritto: le loro paure meritano di essere adeguatamente alimentate. Non vi deluderò.

E poi c’è il blog. Così come nel 2011, anche nel 2012 non siete spariti, anzi. È stato un anno straordinario, con quasi un milione e mezzo di visualizzazioni, circa quindicimila commenti, decine di migliaia di condivisioni sui social network. Io vi ringrazio per questo, e vi prometto che farò di tutto per migliorare il mio lavoro.

Nel blog abbiamo parlato della qualunque. I dieci post più letti però sono stati questi.

Al numero dieci si piazza il pippone esistenziale datato 7 aprile dal titolo “E ora, cosa faccio?”: dialoghi tra quarantenni disperati in tempo di crisi, alla ricerca di un po’ di speranza e solidarietà. E tanti auguri di buona Pasqua a tutti. Sempre valido, anche in questi giorni. Ci sono anche 54 commenti, volendo.

Alla posizione nove della nostra classifica annuale ecco un post destinato a diventare un classico: Massimo Cellino, il “padrone” con tanti servi: nel centrodestra isolano e nelle redazioni di giornali e tv. Era il 24 settembre, e i 158 commenti spaziano in tutta la gamma dei sentimenti possibili.

Saliamo ancora, e al numero otto troviamo la dimostrazione lampante che il familismo amorale no est faula! “Voi da qui dovete andare via!”: l’amministrazione Zedda caccia venti associazioni culturali dall’ex Liceo Artistico! E anche LucidoSottile finisce per strada… Un post datato 13 aprile (con 131 commenti) che consiglio a tutti coloro che volessero attaccare il sottoscritto. Da leggere, rileggere e far leggere.

Era il 5 gennaio quando il tenutario (per la serie “massì, facciamoci tutti amici!”) vi proponeva questo post: Giorgio Mazzella, il padrone: licenziati in tronco tre giornalisti di Sardegna Uno! E adesso vediamo la politica da che parte sta. I colleghi poi non furono licenziati, grazie a dio. E i 45 commenti al post sono ancora tutti lì che vi aspettano. Al numero sette della classifica del 2012.

Vi sta girando la testa? Vi sentite a vortici? Perché stiamo salendo, od amici! Al numero sei un post che ha impazzato nelle vostre bacheche di facebook. Era il 19 marzo quanto l’umile tenutario scriveva “Ma perché Buongiorno Cagliari non sta più andando in onda?”. Qualche spiegazione e una promessa. Marrani a leggervi tutti i 238 commenti (e comunque Buongiorno Cagliari va ancora in onda).

Occhio che ora si fa un salto di qualità, dal numero cinque in su non si scherza più. È il 22 agosto quando l’umile tenutario, anziché andarsene a su Poettu, vi scodella un post che farà la storia (almeno la sua): Cazzate epocali: il nuovo stadio del Cagliari a Quartu! Struttura insicura e sui lavori vigila perfino la Soprintendenza archeologica! Nostro fotoreportage da Is Arenas. La lettura dei 197 commenti è consigliata soprattutto ai giovani che vogliano sondare i misteriosi meandri della psiche umana, con particolare riferimento a quella dell’homo cellinensis.

Oi oi, ta spantu! E immoi? In quarta posizione chi ci sarà? Un post clamoroso, condiviso su Facebook da novemila persone! E la Fornero disse ad un malato di Sla: “Anche la vita da ministro è difficile…”. Qualcuno vuole risponderle? Era il primo novembre, appena 121 furono i commenti, tutti molto pacati. Ci mancherà la Fornero. Eja.

E siamo sul podio. Terza posizione, medaglia di bronzo. Era il 28 aprile quando sul blog compariva una lettera: Ci scrive un dipendente Tiscali: “La società è allo sbando, senza alcun piano industriale. I sindacati dove sono? Perché Soru non vende?”. Settanta i commenti per un post che, ne siamo certi, continuerà ad essere letto anche nel 2013.

Quando hai finalmente l’impressione che il lavoro che fai serve a qualcosa. Il 22 ottobre sul blog esce il seguente post: La storia di Federica: “Ho 30 anni e un tumore. Ecco la mia cartella clinica: ci sono dei medici che possano aiutarmi?”. I commenti sono 75, la soddisfazione di vedere rimbalzare la storia anche sui quotidiani è tanta. Forza Fede, non mollare. La medaglia d’argento del secondo posto è per te.

E al primo posto, al primo posto chi c’è? Chi c’è? Lo volete sapere? Sicuri? Era il 12 agosto quando in poche ore il post in questione fu cliccato ben 22 mila volte, e il suo titolo era “Villa con piscina agli zingari”, e i cagliaritani per bene smerdano l’Unione Sarda. Storia di una ribellione civile ad un giornale incivile. Centoquarantadue commenti, giusto per gradire. E per non dimenticare (si dice così, vero?).

Questi sono i post che avete letto di più, od amici. Ma se ve ne ricordate altri ditelo pure, non abbiate paura.

Tanti auguri cari amici, buon 2013 a tutti. Gioia e rivoluzione!

 

 

Annunci
Posted in: Senza Categoria