Teatro Lirico, il Ministero gela Zedda: “La Crivellenti non è sovrintendente, atti irricevibili”. E Roma minaccia il commissariamento…

Posted on 9 gennaio 2013

93


Zedda-Crivellenti

“La Crivellenti è stata nominata regolarmente”, “il sindaco Zedda ha finalmente il coraggio di decidere e ci mette la faccia”, “a non volere la Crivellenti sono quei poteri forti che contrastano il rinnovamento della politica a Cagliari”, “noi siamo per la legalità”, “i sindacati non possono decidere il sovrintendente”, e altre banalità simili. Quante ne abbiamo lette in questi mesi?

Che la nomina della Crivellenti avesse dei profili di dubbia legittimità l’ho scritto addirittura lo scorso 2 ottobre (Teatro Lirico, la nomina della Crivellenti diventa un giallo). Non ci voleva un genio a capirlo, ma bastava qualche cretino a cercare di confutarlo con argomentazioni inverosimili e lessico da trivio. Amici di Sel, sceglieteli meglio i vostri consulenti per la cultura, i vostri spin doctor non sanno distinguere un teatro lirico da una raffineria. Io ci provo a spiegarvi come stanno le cose ma voi continuate a deludermi. Forse perché anche voi non sapete distinguere un teatro lirico da una raffineria.

Come, non sapete la novità? Oggi in via Sant’Alenixedda è arrivata una nota del Ministero che ritiene quello di sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari un “incarico non formalmente coperto”. Perché? Perché a Roma Zedda ha mandato verbali senza firme, sostanzialmente irricevibili.

Ecco la lettera: la prima pagina e la seconda pagina. Ad un certo punto si fa riferimento ad una norma di legge: questa.

L’autorità di Governo competente in materia di spettacolo, anche su proposta del Ministro del tesoro, può disporre lo scioglimento del consiglio di amministrazione della fondazione quando:
 a) risultano gravi irregolarità nell’amministrazione, ovvero gravi violazioni delle disposizioni legislative, amministrative o statutarie, che regolano l’attività della fondazione.

Il ministero sta cioè avvertendo il sindaco che (così come ampiamente previsto dal sottoscritto lo scorso 17 dicembre in questo post) il teatro va verso il commissariamento.

E adesso cosa succede? Quale altra straordinaria interpretazione di questo casino darà il nostro sindaco? E i suoi piccoli e anonimi fans?

Il sindaco he sempre detto che su questa vicenda della nomina di Crivellenti ci metteva la faccia. Ora la sta progressivamente perdendo: quindi cosa succede, in pratica? Facciamo finta di niente?

Ma sì, facciamo finta di niente. Tanto i cagliaritani mica stanno pensando al Lirico…  Io purtroppo sì, e continuo ad essere amareggiato nel vedere una amministrazione che continua a farsi del male da sola. C’è veramente poco da gioire.

 

Annunci